I numeri di Internet, la banda mobile e l’Internet TV


Perchè la saturazione della banda mobile lancerà l’Internet TV…

Ieri il blog di Stefano quintarelli riprendeva questa notizia, sottolineando (giustamente) il fatto che la cosa non è giunta inaspettata:

T-Mobile – Help & Support.

If you want to download, stream and watch video clips, save that stuff for your home broadband.

l’articolo originale: L’erba del vicino: La "fair usage policy" di T-Mobile : se vuoi fare video, fallo da rete fissa.

Continue reading

Advertisements

Web & TV: aumenta l’interesse, si allontanerà il successo ?


Pare che i costruttori di televisori proporranno le loro soluzioni per rendere i propri televisori “internet enabled”… non è che si finirà per aprire l’equivalente hardware della guerra dei browser (chi se la ricorda ?), con buona pace della fruibilità di contenuti e servizi sui diversi apparati ?

Continue reading

La nuova TV avanza…


I primi di settembre avevamo visto il lancio della Google TV (“Nuovi scenari per la televisione ?”). Scopro invece oggi che quel titolo era sbagliato, aveva un punto di domanda di troppo.

In realtà pare proprio che il fenomeno sia già (quasi) maturo e che mossa di inserire l’accesso a Internet nel televisore sia semplicemnte il riconoscimento di un fatto inevitabile.

Sono infatti di questi giorni le seguenti notizie:

  1. negli Stati Uniti gli abbonati TV stanno migrando on-line  (NB purtroppo non ho trovato il report originale, alcune fonti qui)
  2. su facebook a breve andrà in onda l’equivalente di MTV made in Italy (che funziona anche come radio on demand, questo è il link)
  3. un italiano (Fabrizio Caffarelli) presiede la tavola rotonda “Tv connessa: la battaglia degli schermi” al Digiworld Summit 2010.

per fortuna si vede anche qualcosa di “made in Italy”…

Semplicemente bello…


Perchè parlare di new media solo per l’ufficio o per la TV ? qualcuno ci fa, semplicemente, qualcosa di bello…

Enterprise 2.0 e multimedia


La multicanalità rappresenta un’opportunità sia verso il mercato (Internet) che all’interno dell’Azienda (Intranet), soprattutto se affrontata con la flessibilità e i costi tipici del web 2.0 per la produzione, pubblicazione e riuso dei contenuti. Chris Anderson ha ben illustrato questo fatto su “Chris Anderson: How web video powers global innovation

Un modello di pubblicazione e gestione dei contenuti “à la YouTube” risulta estremamente utile anche in Azienda, dove dev’essere necessariamente affiancato da funzioni standard di approvazione e profilazione. Di seguito sono riportati alcuni video (prodotti tra il 2006 e il 2008) che dimostrano appunto questo approccio in un caso reale: User Experience, gestione dei contenuti, postazioni pubbliche interattive e servizi in diretta (vedi anche nella videoteca di SIRMI le relative presentazioni). Continue reading

Nuovi scenari per la televisione ? (finalmente)


ovvero: Come vedersi i video di McKInsey Quarterly sul televisore di casa (sempre che interessi…)

A maggio 2010 Google ha annunciato la “Google TV”, assieme ad Intel, Sony e Logitech (i primi televisori basati su Android dovrebbero essere disponibili a Novembre negli USA). E’ di oggi la notizia dei contatti per fornire servizi “pay per view” tramite Youtube:

“…Forse proprio nell’ottica dell’imminente arrivo della Google TV (i primi televisori a marchio Sony dovrebbero “sbarcare” sul mercato statunitense entro il prossimo mese di novembre), la società guidata da Eric Schmidt sta intessendo delle trattative con i leader del mercato cinematografico “hollywoodiano“. L’intento, secondo quanto riferiscono fonti d’Oltreoceano, è quello di arricchire YouTube con un servizio “pay-per-view” del quale gli utenti interessati…” 01net.

Sempre ieri Apple ha annunciato la disponibilità su iTunes di servizi di “TV rental:

“Apple Inc., building on its dominance in the music industry,…introduced a service that lets users rent shows and movies.

The company revamped its Apple TV set-top box to offer high-definition TV-program rentals for 99 cents, Chief Executive Officer Steve Jobs said today at an event in San Francisco. The $99 device also will deliver first-run movie rentals for $4.99 and work with Netflix Inc.’s online service…” Bloomberg – BusinessWeek

Stamattina ho trovato una mail da “McKinsey Quarterly” che annuncia, oltre alla presenza della famosa rivista di management sui twitter e facebook, la disponibilità dei loro video come videopodcast su iTunes (assieme ai video podcast di Financial Times, INSEAD, Economist, Bain & Co,…).

Basta fare uno più uno: se si muove così sul web 2.0 anche McKinsey vorrà pur dire qualcosa… è ipotizzabile un utilizzo “verticale” del televisore di casa? I canali tematici saranno sostituiti da canali Youtube e da VideoPodcast “à la iTunes” ?

Links:

Video 3-D via Internet e satellite


Dal 10 al 14 di settembre ad Amsterdam si terrà l’International Broadcasting Convention (IBC). Il quella sede verrà presentato questa soluzione che consente la trasmissione (in broadcast) di video tridimensionali da Internet e da satellite. Da notare che, a differenze di altre soluzioni, non richiede l’uso degli appositi occhiali.

Si tratta di una soluzione sviluppata in Germania.

At the International Broadcasting Convention (IBC) in Amsterdam from September 10-14, 2010, researchers will showcase how 3-D movies can be transmitted via Internet and digital television channels such as via satellite.

IBC: 3-D movies via Internet and Satellite – Press Release August 25, 2010 – Fraunhofer-Gesellschaft