My links of the week (weekly)


  • “Facile dire Internet of Things. Ed è entusiasmante guardare al futuro prossimo, immaginare quando gli oggetti comunicheranno tra loro alla velocità del pensiero individuando problemi ed elaborando soluzioni prima ancora che gli operatori umani possano rendersi conto dei disservizi. Dalle reti energetiche (Smart Grid) alla domotica, saranno i sensori e i network IP a convogliare tutte le informazioni che i sistemi di ottimizzazione produrranno per rendere sempre più efficienti e personalizzati i servizi. Ma per trasformare questa visione in realtà occorrono obiettivi chiari, pesanti investimenti, e soprattutto un affiatato gioco di squadra tra i vari player.”

    tags: Internet_of_Things

  • “L’Internet delle cose (IoT, Internet of Things) ha guadagnato crescenti consensi nel corso degli ultimi cinque anni, arrivando a catturare l’attenzione dei manager estranei all’area ICT, fino al livello più alto, il top management.

    La diffusione di dispositivi “intelligenti”, dotati di sensori che forniscono meccanismi utili per acquisire, comunicare e processare i dati, innesca cicli virtuosi che permettono di migliorare la collaborazione, l’efficienza produttiva e la distribuzione, con positive ricadute economiche. L’IoT va quindi vista in chiave strategica, e a questo proposito McKinsey ha stilato una mini-guida per i senior manager che li incoraggia a valutare queste tecnologie per quanto riguarda sia le opportunità – in termini di creazione di valore nei mercati globali, nuove leve di efficienza operativa, e introduzione di modelli di business fortemente innovativi – sia i rischi, di tipo organizzativo, d’interoperabilità delle tecnologie, analitici, e di sicurezza.”

    tags: Internet_of_Things

  • “Trasformare l’iperconnettività in un’opportunità è la sfida alla quale sono chiamate le imprese nell’era digitale. L’interconnessione di persone, organizzazioni e oggetti sta cambiando il modo di operare e può aprire molti scenari interessanti. Per avere un’idea di quanto profondo sia il cambiamento basti pensare che oltre due miliardi di persone oggi possiedono un sofisticato dispositivo mobile, 2,5 miliardi di utenti saranno connessi tramite social network entro il 2020 e ci saranno circa 75 miliardi di dispositivi collegati nei prossimi cinque anni. Si stima che le aziende investiranno oltre 1,7 trilioni di dollari in progetti e tecnologie per l’Internet of Things.”

Posted from Diigo. The rest of my favorite links are here.

Autore: Alvaro Busetti

Consulente e formatore free lance, faculty member di Federmanager Academy. La mia vita professionale si è svolta nell’ambito dell’Information Technology con particolare riguardo agli aspetti progettuali e innovativi dal punto di vista organizzativo, applicativo e tecnologico. Ha svolto attività di conduzione progetti, coordinamento di unità produttive, attività di staff e supporto a livello Aziendale, di Gruppo e attività consulenziale per il top management del Cliente nel mercato dei Trasporti, Pubblica Amministrazione, Sanità, Industria, Servizi. Si è occupato di Intelligenza Artificale, digital workplace e Office Automation, soluzioni Intranet, Sistemi multimediali, di Unified Communication e di Social Collaboration.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...