Enterprise 2.0 e multimedia


La multicanalità rappresenta un’opportunità sia verso il mercato (Internet) che all’interno dell’Azienda (Intranet), soprattutto se affrontata con la flessibilità e i costi tipici del web 2.0 per la produzione, pubblicazione e riuso dei contenuti. Chris Anderson ha ben illustrato questo fatto su “Chris Anderson: How web video powers global innovation

Un modello di pubblicazione e gestione dei contenuti “à la YouTube” risulta estremamente utile anche in Azienda, dove dev’essere necessariamente affiancato da funzioni standard di approvazione e profilazione. Di seguito sono riportati alcuni video (prodotti tra il 2006 e il 2008) che dimostrano appunto questo approccio in un caso reale: User Experience, gestione dei contenuti, postazioni pubbliche interattive e servizi in diretta (vedi anche nella videoteca di SIRMI le relative presentazioni).

La User Experience
La user experience multimediale all’interno del portale aziendale: fruizione, mashup in blog e wiki (embedded code), aggregazione di contenuti esterni, modalità alternative di fruizione (es. iTunes, iPod, postazioni pubbliche,…)

La Gestione dei contenuti
La gestione dei contenuti video in chiave Web 2.0, compresa la pubblicazione via mail e da cellulare, approvazione e tagging.

Le postazioni pubbliche
La fruizione dei video del Portale Aziendale su schermi interattivi di grande formato comprensa l’aggregazione di video podcast provenienti da Internet.

La diretta
La prima esperienza TSF di intranet TV su scala aziendale: 2006: i mondiali di calcio in diretta sulla rete aziendale…

A conferma di quanto sopra segnalo, da parte dell’Osservatorio ASK della Bocconi, la pubblicazione a febbraio di quest’anno di un interessante rapporto su “Comunicazione multicanale e interattiva nelle aziende italiane” che eWEEKeurope commentava nei seguenti termini:

“L’accesso ai nuovi media e il successo delle dinamiche dei social network portano le imprese a diventare ‘editrici’ di se stesse. I risultati di uno studio dell’Università Bocconi promosso da Adobe

Cambia il modo di comunicare in azienda e le imprese iniziano a strutturarsi per sfruttare i vantaggi offerti dai nuovi mezzi di comunicazione in modo da legare i consumatori con un approccio multicanale: vi fanno partei media tradizionali, i nuovi media, il Web 2.0 in un sistema di circuiti virali e virtuosi della comunicazione

... Il 70% delle aziende investe nella comunicazione multicanale per arrivare a nuovi utenti, ma il 35% si pone come obiettivo quello di coinvolgere l’utente a tutto tondo, per ‘non mollarlo mai’. E se per il 21% del campione il Web diventerà prioritario in questi processi solo tra due anni, l’89% è convinto che i tempi siano già maturi e che la sfida della comunicazione multicanale si gioca proprio nel biennio. Clip video, Web, social network e contenuti fruibili con i dispositivi mobile rivestiranno un ruolo chiave.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s